Avviso

Tutte le funzioni descritte in questa sezione sono disponibili solo se la licenza dell'utente comprende la gestione Varianti articolo.

La gestione delle "Varianti" consente di trattare in maniera semplificata tutti quei prodotti che si presentano in più "versioni" di cui l'utente vuole tenere traccia singolarmente.

Ogni prodotto che possiede delle varianti ha determinate caratteristiche e il valore assunto da ciascuna di esse identifica in maniera univoca ciascuna variante.

Questa gestione risulta molto utile ad esempio nel settore abbigliamento per gestire le taglie e i colori di ciascun capo, ma la flessibilità con cui Mon Ami 3000 gestisce le varianti lo rende utilizzabile in qualsiasi settore dove è necessario gestire varianti di prodotto.

Con il termine "Varianti" si intendono tutti quegli articoli che possiedono determinate caratteristiche il cui valore è variabile. Ogni valore assunto dalle diverse proprietà dell’oggetto contraddistingue ogni singolo prodotto tanto da poterlo considerare, a tutti gli effetti, come un articolo a sé stante. Questi prodotti mantengono però molte altre caratteristiche comuni a tutti gli altri articoli della stessa tipologia.

Informazione

Per identificare immediatamente il modello esatto del prodotto Mon Ami 3000 riporta nel codice principale dell'articolo il valore specifico di ciascuna proprietà generando un codice finale che, a tutti gli effetti, è un "codice parlante".

Il software consente di memorizzare infinite tipologie di variante e, per ognuna di esse, illimitati valori possibili. Ad ogni prodotto possono essere assegnati più tipi di variante e, a questo punto, l’articolo si trasforma diventando un "Modello" che sarà utilizzato come punto di partenza per la creazione delle varianti.

Informazione

L’articolo principale è detto "PADRE" e tutte le varianti generate a partire da esso sono chiamate "FIGLI".

Consideriamo ad esempio un capo d’abbigliamento (codice MAGLIA) che presenta le varianti taglia (TG) e colore (COL). Il codice di ciascun figlio potrebbe avere una struttura del tipo "MAGLIA-TG.COL" dove il carattere "trattino" separa il codice del padre dal blocco varianti e il "punto" divide le singole varianti.

Secondo lo schema indicato, il codice di una variante potrebbe essere "MAGLIA-2XL.02" dove "2XL" è la taglia e "02" rappresenta, ad esempio, il colore Blu.

Avviso

La definizione dei possibili valori per ciascun tipo di variante è completamente libera. Nell’esempio descritto avremmo potuto identificare il colore Blu con il carattere "B" o con la stringa "BLU".

La scelta è ricaduta su una codifica numerica per evitare di occupare troppi caratteri nel codice finale dell’articolo (che è di massimo 20 caratteri) e disporre, allo stesso tempo, di 100 possibili colori: da 00 a 99.

Le caratteristiche dei prodotti i cui valori andranno a definire ciascuna variante vengono definite tramite la tabella Tipi varianti e devono essere associate all'articolo "Padre" tramite la relativa anagrafica.

Dal punto di vista operativo la gestione delle varianti è la seguente:

1.Attivazione della gestione delle varianti in Configurazione > Articoli e documenti.

2.Codifica dei tipi di variante per gli articoli che si andranno a creare.

3.Creazione dell'articolo "Padre".

4.Creazione delle singole varianti articolo (dette anche "Figli").

 

L'articolo "Padre" sarà usato come modello per la creazione delle singole varianti. Un articolo diventa "Padre" nel momento in cui vengono specificate i suoi possibili tipi di variante.

L'articolo "Figlio" è l'articolo generato dal padre.

Informazione

L'articolo "Figlio" possiede tutte le caratteristiche indicate nell'anagrafica del "Padre", l'unica caratteristica non accessibile è la possibilità di indicare ulteriori varianti.