Tramite questo modulo l'utente potrà effettuare la registrazione contabile di tutti i documenti in maniera estremamente semplice e veloce.

Mon Ami 3000 offre all'utente una funzione di Contabilizzazione dei documenti di vendita tramite la quale è possibile effettuare la registrazione di tutti i documenti emessi con un solo click riducendo in maniera significativa i tempi di lavoro.

Mon Ami 3000 consente all'utente di gestire, dal punto di vista contabile, sia aziende in regime di contabilità ordinaria, sia imprese che utilizzano la contabilità semplificata.
Nota. Poichè la contabilità semplificata è, a tutti gli effetti, un sottoinsieme della contabilità ordinaria è possibile gestire tramite quest'ultima anche aziende in regime di contabilità semplificata.

Per agevolare coloro che gestiscono aziende in regime di contabilità semplificata, Mon Ami 3000 prevede due diverse modalità di inserimento dei dati poichè molte informazioni che vengono normalmente richieste nelle registrazioni in contabilità ordinaria non sono necessarie in contabilità semplificata.

La tipologia di contabilità che viene gestita dovrà essere specificata nel campo Regime di contabilità presente in Configurazione > Contabilità.

In regime di contabilità semplificata ,in fase di registrazione degli acquisti / vendite, viene data la possibilità di impostare come tipo di documento non solo Fatture / Note di credito / Note di debito ma anche Costi / Ricavi.

GESTIONE PARTITE

Mon Ami 3000 è in grado di gestire le partite contabili relative alle operazioni di acquisto e vendita.

La gestione delle partite è abilitata di default, è possibile disabilitarla tramite l'apposito flag presente in Configurazione > Contabilità.

Avviso

Se la funzione di gestione partite viene disabilitata sarà comunque possibile inserire la partita manualmente nelle registrazioni contabili.

Ogni volta che l'utente esegue una nuova registrazione di acquisto/vendita o prima nota e il cliente/fornitore indicato ha delle partite aperte il software chiede all'utente se caricare una delle partite aperte. Se la controparte indicata NON ha nessuna partita associata o l'operatore ha deciso di NON caricare una partita esistente, il programma genera un nuovo codice di partita composto come ANNO + TIPOLOGIA + NUMERO REGISTRAZIONE.

VENTILAZIONE IVA

La ventilazione IVA è utilizzata prevalentemente da negozi e punti vendita al dettaglio che vendono prodotti con aliquote differenti e, come accade spesso, eseguono sconti e promozioni che rendono difficile e impreciso un calcolo dell'IVA con evidenti problemi in fase di liquidazione.

Il metodo di calcolo definito come ventilazione IVA consiste quindi nel calcolare l'IVA sulle vendite in proporzione alle aliquote IVA degli acquisti dello stesso periodo.

Se, in fase di acquisto sono stati acquistati 600,00€ di prodotti con IVA 10% (60,00€) e 400,00€ di articoli con IVA 20% (80€) significa che il 60% dei prodotti acquistati hanno IVA 10% e, il rimanente 40%, hanno IVA 20%.
Sulla base di queste percentuali ottenute dagli acquisti il valore dell'IVA sulle vendite viene calcolato applicando le stesse percentuali al valore Totale della merce venduta.
Considerando un valore di venduto pari a 2000,00€ risulterà che 1200,00€ sono stati venduti con IVA 10% (120,00€) e i rimanente 800,00€ con IVA 20% (160,00€).

IVA PRO-RATA

La normativa in materia di IVA prevede, generalmente, la totale detraibilità dell'imposta per i beni/servizi acquistati inerenti l'attività dell'impresa.

Il valore del debito (o del credito) iva per periodo calcolato, di norma, come:
Totale IVA Vendite - Totale IVA Acquisti - Eventuale credito del periodo precedente

Alcuni soggetti che vendono beni o prestano servizi esenti da IVA non possono detrarre, in tutto o in parte, l'IVA relativa agli acquisti; pertanto questi soggetti possono applicare il meccanismo del pro-rata che consente di calcolare una percentuale di detraibilità dell'IVA da applicare sugli acquisti in funzione del rapporto tra le operazioni di vendita imponibili ed esenti; tale meccanismo è regolamentato dall'art. 19 del D.P.R. 633/75.

La percentuale di detraibilità tramite il metodo del pro-rata è calcolata come:
Totale operazioni imponibili / ( Totale operazioni imponibili + Totale operazioni esenti ) * 100.

Il valore ottenuto deve poi essere troncato a 3 decimali e successivamente arrotondato per eccesso (o per difetto) al valore intero se il valore della parte decimale è superiore (o inferiore) a 0,5.

Consideriamo, ad esempio, i seguenti valori:

Totale operazioni imponibili: 5000,00€

Totale operazioni esenti: 2800,00€

IVA pagata sugli acquisti: 1500,00€

In questo caso la percentuale di detraibilità risulta: 5.000/ (5.000 + 2.800) * 100 =  64,102 = 64%.
In base a ciò il valore di IVA detraibile risulta: 1500,00 * 64% = 960,00€.

 

Per utilizzare il metodo del pro-rata occorre attivare il flag presente nel gruppo di campi intitolato Gestione IVA Pro-Rata presente in Configurazione > Contabilità.

Attivando il calcolo dell'IVA con il metodo del pro-rata Mon Ami 3000 riporterà nella Stampa liquidazione IVA il valore della percentuale parziale di detrazione calcolata in base ai dati del periodo e, tramite la funzione di Stampa IVA annuale, sarà invece possibile visualizzare la percentuale definitiva da in base ai movimenti di tutto l'anno.

Come indicato nella normativa NON tutte le operazioni possono essere considerate per il calcolo della percentuale di detraibilità; per questo motivo Mon Ami 3000 ha previsto un apposito flag per ciascuna Aliquota IVA che consente di includere/escludere tutti i movimenti relativi a quella specifica aliquota IVA nel calcolo del totale imponibile e del totale esente.

CENTRI DI COSTO

Se la licenza comprende la gestione Centri di costo è possibile indicare il centro di costo/ricavo di riferimento nel Piano dei conti, nei Registri IVA, nei Clienti / Fornitori, negli Articoli e nelle Commesse (solo se la licenza comprende la gestione Commesse).

E' possibile impostare il centro di costo ogni volta che, in una registrazione contabile, è stato indicato un conto economico.

Il software propone e pre-compila automaticamente il codice del centro di costo seguendo uno specifico ordine dato dal livello di priorità delle diverse entità gestionali.

L'ordine di priorità (crescente) delle varie entità per l'assegnazione del centro di costo è: Conto, Registro IVA, Controparte, Articolo e Commessa.

Nota. I centri di costo assegnati ad articoli e commesse sono considerati dal gestionale solo nella funzione di Contabilizzazione documenti.

SCRITTURE PREVISIONALI

Mon Ami 3000 consente di registrare in prima nota delle scritture previsionali (dette anche scritture extra-contabili) che consentono di annotare tutte quelle scritture che dovrebbero essere considerate nel bilancio ma che, contabilmente, vengono rilevate solo alla fine dell'esercizio o in altri momenti. Alcuni esempi possono essere fatture da emettere/incassare in futuro, ammortamenti, ratei/risconti, quote TFR, ecc...

Queste scritture NON agiscono sui saldi contabili dei conti movimentati, ma potranno essere riportate (abilitando un apposito flag) nelle stampe contabili, in particolare nella stampa dei bilanci.